giovedì 26 febbraio 2009

Per farne che?


In una bella intervista pubblicata su La Stampa lunedì scorso, Didier Deschamps racconta a Fabio Vergnano quella che nella primavera del 2007 era circolata come verità ufficiosa e, secondo alcuni, messa in giro ad arte per mascherare la vera causa delle dimissioni del francese, ovvero il suo carattere spigoloso.

Deschamps, se avesse la testa meno dura mercoledì (ieri, ndr) ci sarebbe lei sulla panchina della Juve a Londra.
(...) Con Blanc c’era troppa diversità di vedute sul futuro. A me non interessavano i soldi, ma il progetto tecnico e quello a mio modo di vedere non funzionava.
(...)
Beh, però anche lei, pretendere un giocatore del calibro di Lampard. Non poteva volare più basso?
Lampard è fantastico. E’ un delitto cercare di avere il meglio? Mi hanno detto che c’erano Tiago e Almiron. Sono tornato a casa.

Non serviva la partita di ieri sera (che la Juve, per inciso, avrebbe ampiamente meritato di pareggiare) o il talento di Oronzo Canà per capire, già nel 2007, chi fossero i bidoni fra Tiago, Almiron e Lampard.

Ma credo abbia aiutato.


Clicca sul pulsante qui a lato per votare questo articolo

14 commenti:

faby ha detto...

perdonami trillo, ma stavolta non sono del tutto d'accordo con te...
non credo che la juve meritasse il pareggio...
in fondo cech ha fatto una sola parata in 90 minuti, su quel tiro di del piero (irritante in questo periodo, purtroppo se lo mettono in panchina si mette a piangere...un delitto non far giocare trezeguet ora...)
è vero he anche buffon non ha dovuto far gli straordinari, ma ho avuto la sensazione che a loro stava bene così...
si sono limitati a controllare la partita dopo essere passati in vantaggio...e non hanno dovuto faticar più di tanto...
mentre la juve ha arrancato per tutta la partita...basta solo considerare tutte le palle perse sulla propria tre quarti o a metà campo...

p.s.: far entrare il francese a 5 minuti alla fine dimostra ancora una volta (caso mai avessimo dei dubbi) tutta l'incapacità del cantante ad incidere sulle partite..

Trillo ha detto...

Tra occasioni e situazioni di pericolo create secondo me il pari ci stava tutto. Ranieri e bidoni a parte, non credo sia stata una serata così negativa considerando il palcoscenico e le premesse.
Certo qualche dubbio sulla possibilità di vincere la Champions mi rimane.
(Segue grassa e interminabile risata).

Effegei ha detto...

Il pareggio ci stava,cosi come ci stava almeno un rigore per loro.
La nostra pochezza poi è disarmante..probabilmente amplificata dal fatto che solamente il giorno prima abbiamo visto giocare il Manchester.

BN29 ha detto...

Al di la di tutto, con gente che ha dei mattoni al posto dei piedi non si può fare molta strada.

sgrigriz ha detto...

Ci vuole coraggio!!!!!! Ma perchè non osa mai' Mentre guardavo la partita pensavo che se ci fosse stato Lippi al posto del cantante nel secondo tempo avremmo visto una Juve ben diversa! Alex, il loro difensore, ieri sera era il punto debole e noi continuavamo a girare larghi...uniche 2 verticalizzazioni e due occasioni, Marchisio e Trezeguet...lo capisco io non ci arriva quello lì che prende 1 milione all'anno?

BN29 ha detto...

Forse che sia stato preso apposta?

Lego ha detto...

FJ

nel senso che hai visto il MUTD preso a pallate da noi, e ti sei sentito triste....???

Effegei ha detto...

Lego
vedere come avete costretto il Manchester nella vostra metacampo per tutto il primo tempo mi ha ricordato quella volta in cui l'inter di Simoni fece la stessa cosa con noi in campionato. E mi sono intristito di colpo

Anonimo ha detto...

Grygera avrebbe certamente fatto meglio di Ikea , Marchionni e Marchisio oggi sono molto piu' tonici di Camoranesi e Tiago e danno piu' velocità ad una squadra povera nei piedi mascherando questo limite - ricordo juve-roma e juve - milan di quest'anno ad esempio - . Ranieri non ha avuto le palle di tenere Alex fuori quando con Trezeguet in mezzo e Amauri a svariare sul fronte d'attacco li avremmo fatti diventare matti . Sarà dura ribaltare il risultato . Ma mi basterebbe un gol di Tudor e uno di Zalaieta al 118esimo ...
Alberto 72

sgrigriz ha detto...

Anche uno di causio per tranquillità....

Lego ha detto...

FJ

a me la prima mezz'ora ha ricordato quando, a colpi di culo, sfondammo il cazzo del Real Madrid a Siviglia, sempre con in panca il genio di crevalcore...

quella volta però riuscimmo a completare l'opera, perdendo 2-0 con due gol negli ultimi 5 minuti della partita...

stavolta ci è andata male. ma confido nel ritorno all'old trafford.

marco99 ha detto...

La cosa triste è ci sono in giro ancora member di serie A che considerano tiago un campione...

Anonimo ha detto...

Lego mi fai compassione....se giocate così , senza le "manate" del pallavolista brasilero detto anche L'AdriMano , all'Old Trafford ne prendete 5 ....noi almeno uno straccio di speranza c'è l'abbiamo.

Reinscatolati e vieni a rompere i coglioni a cose fatte !

Enrico Il Sobillatore Gobbo

Effegei ha detto...

Lego,non ho visto real-inter a siviglia perchè impegnato a vedere Juve-galatasaray,che si giocava in contemporanea.
Ricordo bene quell'inter-juve. L'unica differenza è che allora avevate Ronaldo (quel Ronaldo) e oggi avete Adriano e Ibra. Altrimenti poteva pure finire nella stessa maniera.

E per quanto riguarda il genio di Crevalcore...beh...direi che il vate di Setubal secondo me ci va molto vicino. Per il momento però Simoni calcisticamente mi pare ancora un pelo più evoluto rispetto a Mourinho. Che non ha eguali però nel prendere per il culo il mondo intero (e questo me lo rende simpatico)