mercoledì 23 aprile 2008

C'hai una gran testa, Gian Claudio!


Dal sito dei lodevolmente terzi in classifica (juventus.com):

"Juventus e Sportfive, ecco il futuro del calcio".

(...) "Si tratta di un progetto di partnership assolutamente innovativo – ha dichiarato l’a.d. di Juventus Jean Claude Blanc – che conferma la nostra intenzione di promuovere una concezione nuova e assolutamente all’avanguardia dell’intrattenimento allo stadio". (...)

Giusto per essere precisi, Antonio Giraudo parlava di entertainment company. Forse lo diceva in inglese perché fa più fico, o forse perché non doveva assecondare quella mezza tonnelata di sciovinismo che ogni francese porta con sè. Il resto era perfettamente identico, società di marketing compresa.
Anzi, forse per i naming rights del nuovo stadio (che sarebbe stato pronto quest'anno) stava rivolgendosi altrove, e visti i precedenti con Tamoil e Nike (roba concreta, carta canta), non è azzardato pensare che di dobloni ne avrebbe raccolti anche di più. Ma chi può dirlo?
Ad ogni modo detesto i cacciapalle. Mi fanno pena. L'ho detto qui. L'ho ribadito qui.
Certo, per uno che detesta i cacciapalle non è questo il momento più indicato per tifare Juve.
Può darsi. Ma loro sono arrivati dopo. C'ero prima io.

Adelante, Sanbittèr.

6 commenti:

Antonio ha detto...

Quando penso a calciopoli e penso a zaccone, il dubbio che la proprietà col monomandatario montezemolo, abbiano avuto un ruolo primario nella condanna è molto forte. Questa forza nasce proprio dal progetto sulla juve dell'ex azionista Giraudo e di moggi. Tra i punti fondamentali del progetto, lo stadio occupava i primissimi posti. Come si dice...era un volano economico finanziario dalle grandi potenzialità. Ma purtroppo risultava poco gradito ai cugini di Andrea Agnelli.
Un saluto

faby ha detto...

sta facendosi passare per un innovatore del mondo pallonaro, lui che fino due anni fa organizzava tornei di tennis e magari nemmeno sapeva com'era fatto uno stadio...
naturalmente non si sogna nemmeno di menzionare che questa "grande innovazione" è semplicemente uno (e sottolineo uno) dei tanti progetti - quelli sì innovativi - ideati da quel grande dirigente che è stato Antonio Giraudo.
dico io, ci vuol molto a riconoscere che si sta portando avanti il lavoro così brillantemente iniziato da altri?
ci vuol molto a riconoscere i meriti di chi ti ha preceduto?
molto più semplicemente, ci vuol molto ad essere corretti?
certo che se questi dirigenti, oltre ad occupare scrivanie altrui, si appropriano anche delle idee e dei progetti altrui, aivoglia a raggiungere il loro scopo primario..diventare simpatici...
siete molto, ma molto lontani dall'obiettivo

Trillo ha detto...

Molto ma molto. ;o)

faby ha detto...

trillo non so se ne sei già al corrente, ma il nostro caro amico palazzi si è svegliato dal torpore ed ha ridato fiato alle trombe...

Cobollimifaischifo ha detto...

Ciao trilly ti faccio i grandissimi complimenti per il blog vorrei che ne siaano a conoscenza piu' juventini possibili!
Sei un grande !

Trillo ha detto...

Grazie. Bel nick, devo dire. ;0)