domenica 18 maggio 2008

Mediocrità e ignoranza.


Che non abbia sostituito Sissoko ammonito, fin tanto che Sissoko è stato espulso, fa solo parte della sua mediocrità di allenatore inespressivo in tutti i sensi, cioè dalla faccia alla capacità di dare un senso alla squadra o un senso a se stesso su quella panchina che abusivamente occupa, così come in sede qualche altro inetto occupa scrivanie.
Che nel giorno in cui Alessandro Del Piero si dannava come un esordiente per ipotecare la classifica dei cannonieri - avendo già messo a segno una doppietta e lasciato calciare un rigore a Trezuguet, in lotta con lui per lo stesso traguardo - lo abbia sostituito a venti minuti dalla fine, fa parte della sua mediocrità di persona senza un minimo di cognizione di cosa stia facendo alla Juve e, soprattutto, in compagnia di chi lo stia facendo.
Che nel giorno dell'addio di Alessandro Birindelli alla Juventus (comunque la pensiate, undici stagioni in bianconero comportandosi da uomo e da Juventino vero, come ho ricordato qui), gli abbia negato l'ultimo saluto dal campo facendo entrare al suo posto, negli ultimi cinque minuti, uno sbarbatello della Primavera, fa parte della sua ignoranza di uomo sbagliato nel posto sbagliato.
Se proprio deve rimanere a trivellarci i coglioni anche il prossimo anno, o magari i prossimi venti, vista la simpatia che pare suscitare nei simpatici che lo hanno scelto, abbia il buon gusto di studiarsi un po' la storia recente della squadra per la quale sciaguratamente lavora, perché dal numero di figuracce fatte durante questo primo anno - alcune parlando, altre solo pensando - direi che di lavoro da fare gliene rimane ancora una montagna.

Anche se temo che sarebbe come dare i savoiardi ai maiali, come si dice dalle mie parti. Cioè inutile.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Come ti ho già ribadito nella mia telefonata di ieri,lo spettacolo a cui ho avuto la sfortuna di assistere ieri pomeriggio è stato di gran lunga il peggior atto di presunzione e mancanza di un minimo di rispetto per chi,come Del Piero e Birindelli, ha fatto la storia recente della nostra squadra.

Devo fare ammenda per aver giudicato in passato questo "prete" come una persona misurata e dotata di una certa classe che pareva trasparire dai suoi modi pacati e charmant.
Mi rendo conto definitivamente che in realtà quest'uomo è pregno di un'arroganza e un ignoranza tali da rendere leciti i suoi disastrosi comportamenti nei confronti di tutti i suoi giocatori e di rimando nei confronti di noi tifosi.
L'unica dote quindi certa rimane la sua innata attitudine a pulire accuratamente gli orli bordati in marrone della dirigenza che gli garantisce lo stipendio.

In poche parole RANIERI SEI UN LECCACULO , IGNORANTE , PRESUNTUOSO E TI PUZZA IL FIATO !

VAFFANCULO PEDERASTA !

Enrico il Sobillatore Gobbo

faby ha detto...

la cosa più sconcertante (ma con lui ci sono abituato)l'ho sentita nel dopo-partita quando il personaggio qui sopra ne ha sparata una delle migiori di questa stagione (giustamente doveva chiudere in bellezza).
alla domanda perchè ha tolto del piero, ha risposto "eravamo uno in meno e a metà campo stavamo soffrendo, non potevo fare altro"...come??? una volta tanto che il risultato non c'entrava un emerito c...tu pensi all'equilibrio della squadra?
e poi caro signor perdere l'onore, se siamo rimasti in 10 è perchè alla fine del primo tempo non hai fatto la scelta più naturale da fare (visto che ti interessa tanto l'equilibrio tattico): sissoko già ammonito (e che l'aveva scampata per ben due volte sempre nel primo tempo)potevi lasciaro tranquillamente sotto la doccia.
oltretutto con quella mossa da grande stratega del campo verde, ha preso due piccioni con un fava: ha tolto la possibilità di lottare per la classifica dei cannonieri sia a del piero che a trezeguet, che da quel momento è rimasto isolato in avanti e non ha visto più un pallone...
per quanto riguarda birindelli, stendiamo un velo (im)pietoso...avrebbe dovuto giocare tutta la partita...ma con mr. tinkerman le sorprese sono all'ordine el giorno

yannick75 ha detto...

Ho visto la partita e non credevo ai miei occhi quando ha tolto Del Piero, l'unico che in realtà si stava dannando lì davanti. Sono d'accordo con Faby...sostituire il Capitano è significato annullare il nostro attacco, visto che Trezeguet è rimasto isolato e poi non ha giocato al massimo sin dall'inizio. La cosa sorprendente è che Ranieri in una partita dove l'unica cosa che importava era la classifica cannonieri dice che voleva coprirsi (?!?!?!?!)...fra l'altro questo è un motivo in più per il quale avrebbe dovuto far entrare Birindelli, visto che era al suo ultimo giorno da bianconero!!!

Questo allenatore è PERICOLOSO...quest'anno è andata...e abbiamo abbozzato...anche perchè il terzo posto per quest'anno ci va bene.
Ma dal prossimo anno possiamo permetterci uno che in una partita che vinci ti toglie Del Piero e Camoranesi in 5 minuti e ti fa perdere la partita (Fiorentina in casa)? Possiamo permetterci uno che inspiegabilmente ti fa giocare Nocerino regista e alla fine del primo tempo sei sotto di 2 gol (Palermo)? Possiamo permetterci uno che va ad Empoli per uno scialbo 0-0 nel momento in cui vincendo può seriamente agganciare il secondo posto? Possiamo permetterci uno che fa le cagate di ieri, quando in 10 il Capitano ci ha riportati in vantaggio e lui lo toglie contribuendo così al 3-3 finale? Possiamo permetterci uno che fa spendere mezza campagna acquisti per un regista da relegare in tribuna dalle amichevoli estive?

QUESTO TERZO POSTO LO DOBBIAMO A BUFFON, CAMORANESI, NEDVED, DEL PIERO, TREZEGUET. Il resto ha solo creato problemi.

yannick75 ha detto...

Oggi è l'ultima domenica di campionato.
Tantissimissimi Auguroni all'Inter.

P.S.: intanto sul mio blog ho pubblicato le intercettazioni che ieri erano disponibili sul Riformista e che già da oggi non sono più on-line.

Masino ha detto...

Quoto yannick75 su tutto. La Juve...oops scusate la New Holland dei simpaticoni, non puo' permettersi di fare affidamento su un allenatore che ha dimostrato i suoi limiti. L'ultima giornata ha confermato che gli orizzonti di Tinker Bell (ho deciso che questo nome gli si addica di piu' perche' ormai lo si puo' paragonare piu' all'amica di Peter Pan che ad uno che dovrebbe guidarci nelle pericolose tane di famelici lupi europei)sono limitati da paletti che ci vietano di sognare per la gioia di chi Tinker Bell lo ha scelto e lo ha confermato. Anche oggi il mio animo rancoroso di tifoso da Serie C ha avuto un'altra conferma che il nemico e' fra di noi perche' gli indossatori senza Vieira e Ibra sarebbero di nuovo rimasti prigionieri della loro evidente inutilita'. Saranno gia' arrivati i complimenti a Moratti da parte dei nostri simpaticoni ma chissa' se lo stesso Moratti ringraziera'per le gentilezze passate e future.

yannick75 ha detto...

La FARSA è finita.

..intanto De Rossi fa notare che, se al posto dell'Inter quest'anno ci fosse stata la Juve, chissà cosa si sarebbe detto...

Speriamo che dal prossimo anno si torni a vincere sul campo.

2 juventini moggiani (Ibra e Vieira) e le casacche nere sono stati i protagonisti degli ultimi 2 campionati "vinti" dall'Inter...quello di 3 anni fa è un successone tutto di Montezemolo e Cobolli.

marco99 ha detto...

ranieri sabato è riuscito a dare il peggio di se stesso..un disastro e una vergogna!
sono già angosciato per il prossimo anno...

Fabbro ha detto...

Caro Trillo, Enrico può essere testimone delle cose che sono uscite dalla mia bocca sabato pomeriggio quando il demente ha partorito la sua genialata tattica (e a confronto gli improperi da lui scritti possono essere paragonati alle strofe della canzoncina di Mary Poppins), ma in questa sede esco fuori dal coro.
Che Egli sia un emerito COGLIONE lo si capisce senza essere dei fini intenditori della pedata ludica. Basta infatti guardare l'imitazione che ne fa quel tizio a Guida al Campionato per rendersi conto del fatto che per quanto cerchi di fare l'imbecille non riesce neppure ad avvicinare il suo modello. Tuttavia credo che sabato si sia andati più in là. Vorrei a proposito rispolverare la teoria del biscottone che non mi appartiene quanto a paternità nè sento particolarmente mia quanto a convinzione, ma che nell'ottica di sabato ritengo verosimile. Si era in casa del Doria di cui piace quel Campagnaro, si faceva una bella festa, tutti simpatici, tutti contenti...., ma c'era quel rompicoglioni di DelPiero che dopo essersi fatto un culo come una damigiana per tutto il campionato potendo ambire ad un cazzo di niente, voleva, guarda un po' sto stronzo, togliersi la soddisfazione di vincere la classifica cannonieri saltando i difensori vestiti da ciclisti come plinti di cemento. Poichè gli smiles boys temevano le ire del petroliere maledetto (non accorgendosi che era quello che contava molto meno e non il licantropo della madunina), hanno istruito a dovere Mr. Tinker-mannontenevaiaffaculo, che di conseguenza ha operato.
Io la vedo così, anche perchè fin qui arriverebbe il limite di coglionaggine che sono disposto ad accettare. Oltre sarebbe troppo.... anche per lui.

Spero solo che per il prossimo campionato non rispolveri il viatico " romperemo le scatole a tutti".
Per ora le hai rotte solo a noi.

Trillo ha detto...

Sempre freddi e distaccati i miei ragazzi...
Olé! :-)