lunedì 1 settembre 2008

Buona la prima.


Buona la prima, come direbbe John Elkann guardando Bedy Moratti in testa a una fila indiana formata da Naomi Campbell, Kate Moss, Elle Mc Pherson, Gisele Bundchen e Heidi Klum. Perché lui, a giudicare dalla versione con parrucca di John Hannah (foto) che si è sposato, di figa deve intendersene un bel po'. Quasi come di calcio.
Buona la prima perché la Juve a Firenze ha ricominciato da dove aveva finito, cioè dal tentativo di far finta che non sia successo nulla. Stesso nome, stessa maglia, stessa voglia di prevalere, stessa anima mai doma.
Purtroppo però i nomi non sono proprio tutti gli stessi di prima, così accade che, quando sei a un passo dal traguardo, l'ex stallone sterile rossonero Gilardino ti buca una gomma e la corsa finisce.
Non fa una grinza. D'altronde, se a presidiare il cuore dell'area di rigore ti ritrovi con un plinto di cemento armato come Mellberg (la famosa cucina Olof del nuovo catalogo IKEA consultabile QUI), anche Bud Spencer rischia di fare bella figura come centravanti avversario.
Di Molinaro non vorrei più parlare. Se non è bastata un'intera stagione - la scorsa - per capire che questo ragazzo ha ancora pochissimo tempo per prendersi un diploma e trovarsi un lavoro dove riuscire perlomeno a fare il minimo sindacale in maniera decente, il rischio di vederlo ancora intento a guadagnarsi da vivere facendo il calciatore comincia a farsi serio.
Gente così, se non fosse davvero successo niente, per indossare la maglia della Juve dovrebbe andare sul sito ridarello (Juventus.com) e scucire 69 euro.
Così come Ranieri, sempre se non fosse davvero successo niente, per sedersi sulla panchina che negli ultimi diciassette anni è appartenuta a Trapattoni, Lippi, Ancelotti e Capello (qualche container di trofei in quattro), dovrebbe scavalcare le recinzioni dello stadio durante la notte e raggiungere furtivamente il campo, possibilmente facendo attenzione a non cascare nel fossato mentre armeggia con il telefonino per immortalarsi laddove non potrebbe mai nemmeno sperare di posare il culo.
Il problema - e mi pare di non essere il solo a pensarla così - è che qualcosa è successo, eccome se è successo. E' successo che abbiamo espiato, anche se - come dice Cobolli - senza sapere bene per che cosa, e mentre noi eravamo intenti ad espiare gli altri riordinavano le idee e programmavano il futuro.
Certo lo facevano a modo loro, spesso anche senza riuscire ad essere niente di che, pur con tutta la buona volontà.
Lo dimostra la Fiorentina di Prandelli, che nonostante il rodaggio dei preliminari e la fascia di "Miss bel gioco" ricevuta l'anno scorso insieme alla Roma, di fenomeni (o pseudo-tali) non ne schiera poi così tanti (a parte Mutu, ricevuto in dono dalla Juventus).
Lo dimostra la stessa Roma, che giunta al terzo anno consecutivo da principale antagonista degli Esauriti di Onestòpoli, bagna l'esordio casalingo con un bel pareggio e tanti saluti a totti.
Lo dimostra lo stesso Milan, che nonostante rimanga, rosa e salute alla mano, il mio preferito, risponde all'invito perentorio di Galliani ("Ancelotti deve vincere lo scudetto") rimediando una bella scoppola casalinga dal neo-promosso Bologna.
A tenere vivo il buon umore nonostante tutto - guarda caso - ci pensa proprio la squadra più forte dell'Universo (quella del nuovo Messia, speciale ma non molto, José Mourinho), e lo fa per bocca di un altro gentile omaggio della nuova Juventus: Zlatan Ibrahimovic.
Sul pareggio di sabato con la Sampdoria, ha detto:
"Alla fine, invece, tutti hanno visto la trattenuta ai miei danni di Lucchini, ma l'unico che non ha visto è l'arbitro e non ci posso fare niente. L'arbitro deve vedere sempre tutto perché è l'arbitro ed è l'uomo più importante della partita".
Niente male come inizio, questo del pianginismo arbitrale, considerato il fatto che tra il suo controllo di mano-non-mano in occasione del gol nerassùrro, e il fallo da rigore di Zanetti (quello che "noi vinciamo sensa rruvàre") non concesso alla Samp, la prima rata di calci in culo da parte dei ragazzi puliti di Collina è già finita all'incasso.

Mi sa tanto che, a conti fatti, davvero non è cambiato niente. Juventus a parte.


Clicca sul pulsante qui a lato per votare questo articolo

15 commenti:

faby ha detto...

ieri sera ogni volta che la palla arrivava dalle parti del paracarro dell'ikea mi venivano i primi sintomi dell'infarto...
alla fine ce l'ha fatta (il paracarro) a far resuscitare un morto che cammina come gilardino facendogli fare la figura del giocoliere di prestigio, senza nemmeno abbozzare un tentativo di opposizione...
se mi permetti trillo, un appunto lo farei anche sul brasiliano-italiano-brasiliano-non ho ancora deciso- a parer mio 20 milioni di euro buttati nel cesso...
che ne pensi?

Scirea ha detto...

però -vacca la eva- DelPiero il pallone del 2-0 davanti al ciccione con i capelli intinti nel catrame deve buttarlo dentro!!!
tralascio per amor di carità i cambi di "Perdere l'amore", la velocità da bradipo zoppo del vichingo ed il fatto che MOrganti avrebbe dovuto cacciare MeloPero Felipe dopo 10 minuti per un'entrata a 2 piedi su Legrottaglie.
ciao Trillo

Trillo ha detto...

Vero.
Il gol del 2-0 Del Piero lo ha sbagliato, e di brutto. Non ci sono scusanti.
Per quanto riguarda Amauri, secondo me non abbiamo buttato nel cesso 20 milioni, ma almeno 10 sì.
Credo che non sia malaccio, ma non vale quella cifra, se è vero come è vero che un Van Der Vaart è finito al Real Madrid per 13 milioni. Misteri della Compagnia dello Smile...
Diciamo anche però che siamo sempre alle solite: come con Trezeguet, se non metti in area palloni decenti e "azzannabili", hai voglia a sperare che si inventino i gol.
Il vecchio, caro e praticamente estinto CROSS.

Masino ha detto...

Risate a 32 denti e pacche sulle spalle tra lo Smilzo/Copollo e i Nella Valle di lacrime, sono solo io oppure mi pare d'essere in un incubo senza fine? La New Holland Soccer Club degli espiatori senza ragione porta a casa un punticino facendo resuscitare Lazzaro Gilardino mentre un 31 enne sbolognato dall'Aston Villa gli si aggrappa goffamente alle spalle. Buona la prima; e' vero caro Trillo, anche se tra i polli di Claudius Ranieris, alla prima di campionato avrebbe dovuto restarsene nel pollaio. Alla prossima!

Masino ha detto...

Qualcuno avrebbe dovuto, oops!
La frenesia mi ha tradito ancora una volta (come Del Piero davanti ai portieri)

marco99 ha detto...

la juve più che cambiata è stata devastata.
questa è solo un ombra sporca e sbiadita di quella stellare costruita da Moggi

Gunny ha detto...

"Buona la prima, come direbbe John Elkann guardando Bedy Moratti in testa a una fila indiana formata da Naomi Campbell, Kate Moss, Elle Mc Pherson, Gisele Bundchen e Heidi Klum. Perché lui, a giudicare dalla versione con parrucca di John Hannah (foto) che si è sposato, di figa deve intendersene un bel po'. Quasi come di calcio."

ahahhahahahah

geniale

Trillo ha detto...

Geniale chi? John Elkann? :-))))))
Grazie Gunny.

BN29 ha detto...

Ragazzi, continuo a tifare per il nome Juventus perchè non si può dimenticare un amore ed una passione che durano da 40 anni, ma questa non è più e temo non sarà mai più quella Juventus. Siamo ormai condannati ed obbligati ad essere dei mediocri.
Il peggio verrà quando gli ultimi della vecchia guardia, per raggiunti limiti anagrafici, si ritireranno. Allora si che saranno ca...i

Lego ha detto...

non per farmi i cazzi vostri, ma considerando le assenze la Juve ha giocato una partita più che buona , in un campo di certo non facile. poi certo, prendere il gol alla fine brucia, ma una buona parte del merito ce l'ha anche gilardino che ha fatto una cosa tecnicamente pregevolissima..che mellberg non sia Scirea è evidente a chiunque, ma fino a quel momento aveva giocato una gara dignitosissima, come riserva non mi pare affatto male.

capisco che siate incazzati col mondo, ma cominciare a criticare i gemelli dopo una giornata di campionato, dove si è ottenuto un punto a firenze, mi pare un filo eccessivo....Trillo, pensa che io senza aver fatto nulla di male mi ritrovo come presidente Moratti...che cazzo dovrei dire???

Trillo ha detto...

Minchia! Lego è tornato! :-)
Vedi caro, capisco perfettamente il buonismo che si dispensa a piene mani quando si sa di avere un bel cuccio caldo e tre pasti certi al giorno, soprattutto se ce li hai mentre fuori nevica e gli altri hanno fatto appena in tempo a prendere con sè un paio di mutande e le sigarette prima che la loro casa crollasse.
Però tu che segui da tempo - e, francamente, non capisco ancora bene perché - la saga juventina raccontata su questo blog, sai benissimo da dove nasca, e perché, la visione non proprio celestiale della nuova Juventus 2006 targata Montezemolo-Elkann-Gabetti-FGS e amici milanesi/fiorentini vari.
Quindi non provarci nemmeno. :-)
Parlando di cose serie: ti sei abbronzato in vacanza, tesoro?

Anonimo ha detto...

Bravo Lego , hai detto bene......intendo........fatti i cazzi tuoi !

Enrico Il Sobillatore Gobbo

Anonimo ha detto...

Ciao Trillo,
oggi è il 3 settembre.19 anni fa moriva Gaetano Scirea.Ho visto che non hai scritto niente;ti scrivo che ho notato che Sky Gli ha dedicato una puntata di Permette Signora.Bellissimo fin qui,no?Ecco che la compagnia di Tecca,Caressa e Bergomi ci metta la perla..dopo la puntata di Permette Signora ecco qui:
Playerlist Materazzi...
Non dico più nulla..
Nicola ing. matematico ju29ro

Trillo ha detto...

Non è difficile, Nicola, prova a fare così...
Telefoni ai Signori della Parabola, chiedi di parlare con chi si occupa di abbonamenti, e riferisci il seguente messaggio:
"Siccome la telefonata è a pagamento, sarò telegrafico: andate a fare in culo voi e la vostra televisione di merda".
Disdici tutto e ti togli il pensiero.

valepiùdiunpicassolamagliasporcadiberce ha detto...

Sarà stato l'effetto mondiale,sarà che Buffon è un ridens allineato con i Cirigenti ridens però... è pur sempre il miglior portiere del mondo e ha accettato di giocare in B per la Juve.
Questo può contare qualcosa?