mercoledì 30 luglio 2008

Sotto il vestito niente.


Dice il presidente binario che non siamo più ai tempi di Boniperti. Oggi serve una ventata di freschezza; oggi bisogna piacere ai giovani, anche perché ai vecchi - specialmente se rancorosi, aggiungo io - di piacere, beh, non c'è proprio verso.
Quindi addio alla collaborazione storica con Carlo Pignatelli, che dal 1995 firmava le divise della squadra bianconera. Non deve restare nulla, ma proprio nulla, di quel periodo puzzone.
Da quest'anno la Juventus vestirà Dsquared2, il marchio creato dai gemelli canadesi Dean e Dan Caten.
Una delle immagini pubblicitarie della campagna Dsquared2 (foto), forse ci svela cosa intende il presidente gemellare (come Dean & Dan, ma un po' più stravagante, se mi consentite) per "stile Juve più aggressivo", come sarebbe nelle intenzioni e nei sogni proibiti della Compagnia dello Smile.
A valorizzare l'ambientazione estremamente austera ed essenziale, i crash-test dummies mutilati dalla vita in su; uno strusciante sulla bionda (a sinistra) e l'altro (forse un esemplare femmina) garbatamente ingroppato da in piedi dal bel tenebroso in versione "James Bond dopo il liceo" (a destra).
E io che pensavo fosse necessario comprare quei canotti a forma di mignotta con la bocca spalancata e la pompetta da bici, per sciogliere l'ormone quando scarseggia la materia prima.
Sia ben chiaro, non provate a darmi del bacchettone. Anzi, per togliermi dall'imbarazzo, ho pensato di dedicare ai miei idoli di Corso Galfer la filastrocca qui sotto.

E non provate neppure a darmi del "politicamente scorretto", perché ne morirei. Di felicità.


Noi Smile-osi da quest'ann
vestiremo Dean & Dan

forse intorno al deretan
sfregheremo Spic & Span

Ché gli juventini doc
mica sono Cric & Croc

con il Carlo Pignatelli
non saremmo stati belli

Ma scherziamo? Grigio e blu?
troppo seri, troppo buuh.

Ricordate Bruce & Bongo
quelli di: "Boris is Geil"?

anche noi eccitiamo il mondo
batti un cinque, fai uno Smile

Mai più giacche né cravatte
(specialmente a tinte piatte)

Or che ladri non siam più
bucheremo le Tivù.

Te lo immagini Chiellini
con le perle sui polsini

o Zanetti e Sissoko
petto nudo e via il paltò?

Le fanciulle al primo anello
sogneranno solo quello

coi campioni alzarsi in volo
coricate sul pinolo

Viva la trasformazione
benvenuta trasgressione

schiene unte e pizzi appesi
con il look dei canadesi

Ne va fiero anche il buon Gigli
(l'ha gridato ai nostri figli)

"Questa svolta è epocale!
Più stilosa del caviale!"

Certo sai che novità
se anche questa volta qua

Giò Cobolli in gran parata
ha sparato una cazzata:

"Siam decisi ad investire
per un florido avvenire,

solo in giovani portenti
italiani e promettenti"

Poi guardando l'almanacco,
cosa apprendi? Poffarbacco!

Che, di tutti, il più italiano
parla solo brasiliano

Chi svedese, chi danese
chi argentino o portoghese

non c'è uno che fa i botti
né tra i sani né tra i rotti

Tutta gente nella media
non guardarli che ti tedia

laggiù in campo a far disastri
sembran tanti capimastri.

Ma lasciamo star gli appunti
che son roba per defunti

o per gobbi rancorosi
vecchi, stolti e appiccicosi

Non siam più come una volta
di trofei a far la raccolta

seri, asciutti e musi lunghi
pose basse come funghi

Sarà il verbo di zio Lapo?
qui tra un po' pur'io mi arrapo!

Pur di fare i ridarelli
ci mettiamo anche i cappelli

che sia giugno luglio o agosto
conta il look: vivace e tosto

Ma la lingua non mi lego
nel chiosar la filastrocca

e non ditemi, vi prego
ch'è insolente la mia bocca.

Osservando Dean & Dan
con un poco di attenzione

starei molto, molto attento
nel raccogliere il sapone

Ora questo è il mio dilemma
cari amici bianconeri

di capire senza flemma
se il domani è come l'ieri

Sarò schietto, sarò franco
ora è tardi, sono stanco

perciò quello che vi scrivo
è un pensiero positivo

Sulle maglie - e qui mi sfogo -
con fierezza da leoni

già portiamo il nome e il logo
dei trattori baracconi

Spero solo che il passaggio
così pieno di coraggio

verso il nuovo e sbarazzino
sfavillante vestitino

non sia il segno preoccupante
di una serie di emozioni:

dopo averne viste tante
diventar tutti ricchioni.


Clicca sul pulsante qui a lato per votare questo articolo

2 commenti:

darko ha detto...

ALE' ALE',
con Dean e Dan
in culo lo pigliam

Anonimo ha detto...

ALE' ALE'

Vai pure avanti tè !

Oh mamma mia come siamo ridotti !

Enrico il Sobillatore Gobbo