giovedì 8 novembre 2007

Caro Babbo Natale...


Sgombro subito il campo da equivoci: non ci guadagno un euro.
Se ho deciso di farlo con un certo anticipo, come accade in quei centri di aggregazione per ritardati mentali che sono gli ipermercati, è solo perché credo che ne valga la pena.
I link sotto al titolo del mio blog, con i quali mi permetto di suggerire un regalino natalizio, portano dritti al cuore del problema. Sono i lavori di chi, fino ad oggi, ha sacrificato tempo ed energie per capire e riflettere sulla farsa di calciopoli, dalla sua genesi fino ai giorni nostri.
Non conosco gli autori personalmente, anche se ho avuto il piacere di vederli in TV o di scambiarci quattro chiacchiere sui forum o via e-mail, almeno finora.
Io li ho letti tutti ed una cosa è certa, credetemi. Se solo gente come loro, potesse avere un confronto a viso aperto (e documenti spianati) con tutta la fuffa giornalistica che abbaia nelle varie trasmissioni televisive nostrane, alla fine ci ritroveremmo con ventinove scudetti più - probabilmente - quelli dei passaporti falsi dei vari laziali, romanisti e milanesi onesti.
Lo stesso valga per l'associazione Giulemanidallajuve. Se proprio non avete nessuno a cui fare un regalo, fatelo alla vostra passione di juventini, versando un contributo (grande o piccolo non importa) che possa aiutare le iniziative di carattere legale che un altro gruppo di persone straordinarie sta portando avanti in ambito europeo.
Non so come finirà, ma di sicuro non ci sono speranze per coloro che sognano la normalizzazione incondizionata dello spettacolo.
A proposito: l'altra sera ho sentito l'uomo nel bagagliaio ricordare il grande Enzo Biagi definendolo una persona perbene. Proprio lo stesso giudizio che quest'estate diede dei suoi amichetti di salottino Tronchetti, Moratti e Della Valle. Con cinque iniezioni di Plasil nella carotide, sono riuscito a non vomitare, ma che fatica.
Così come quando il super amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne, dopo aver demolito la propria Ferrari contro il povero sfigato che lo precedeva (pare gli sia stata fatale l'aranciata Guizza gelata subito dopo il panino con il lampredotto), ha precisato che "la Ferrari fa degli ottimi prodotti, gli airbag hanno funzionato benissimo e non mi sono fatto niente". Bravo Nuvolari.

Speriamo che qualche spione non ve le copi.

1 commento:

darko ha detto...

Ottimo consiglio.