sabato 14 luglio 2007

Ma cos'è, un mimo?


Trovavo già irritante quel suo parlare con la bocca semichiusa e i denti stretti, quasi temesse di lasciare uscire troppe cazzate tutte in un colpo. Evidentemente era il male minore, visto che la sera della presentazione della nuova squadra ai tifosi , si è manifestato così (foto), con la più classica delle pantomime.
Look alla Marcel Marceau (forse qui stava eseguendo il celebre numero della parete a vetri), ha promesso che la squadra farà tutto il possibile per disputare una stagione da protagonista, il che non mi pare da strapparsi i capelli, visto che la squadra è la Juve.
Io sono sinceramente convinto che la squadra la disputerà davvero, una stagione da protagonista, alla grande. Mi prendo tutti i rischi del caso, affermandolo oggi e non a giochi fatti, anche se mi rendo conto che esagerare con le parole in estate, era e sarà sempre una prerogativa del petroliere (dis)onesto e dei suoi fedeli ammiratori.
Ciò che sfugge al mimo è la ragione che ci porterà a disputare una grande annata: la carogna.
La carogna è il nome che, dalle mie parti, diamo al nervoso che ti rimane addosso quando senti di aver pagato un conto che non era il tuo, magari sotto l'indifferenza di chi poteva aiutarti e non l'ha fatto. E il mimo, l'altra sera a Pinzolo, mi ha ricordato il chirurgo che si taglia il pisello e chiama a raccolta tutti i colleghi, per dimostrare quanto è bravo a riattaccarselo.

Pantomima: (...) rapprentazione buffonesca nella quale l'attore poteva anche recitare senza la maschera (...).
definizione tratta da WIKIPEDIA.ORG

1 commento:

Yuri ha detto...

Ottima quella del chirurgo !

In effetti pare che chi nella vita ,nel lavoro e nello sport chi non riesca a brillare di luce propria colga al volo l'occasione di sfruttare la fiamma lasciata ardere da qualcun'altro....

Cio che ci preoccupa è la più che probabile ipotesi che un giorno le moltitudini "ignoranti" della nostra armata si sentiranno in obbligo di ringraziare e riverire la banda dei Muppets dimenticando che l'operazione "smile" ci è costata due scudetti e la formazione più forte del mondo.

E qui peccai anche io quando in parte giustificai questo atteggiamento anche perchè dal punto di vista "pubblico" non ci ha portato niente di meglio, anzi......

Con affetto