martedì 16 ottobre 2007

Ancora tu?


Non la pianta mica. "La sentenza di squalifica per Dida è stata molto, molto sbilanciata".
Lo ha ribadito Ponzio Pelato (nella foto, mentre tenta di convincere il pallone che entrare nella porta del Milan è da bastardi e quindi non si deve fare).
Insomma, un tifoso è pur sempre entrato in campo ed ha colpito il portiere del Milan. Per questo gesto "non gli è stato fatto nulla". Beh, magari secondo i nostri criteri di italiani pizza, mamma (zoccola solo quando è quella degli altri) e intercettazioni telefoniche (scandalose solo quando scoprono a scaccolarsi gli amici degli altri), può anche darsi. Secondo me, considerato che gli stadi scozzesi non hanno barriere di recinzione, l'episodio non è da prendere a modello di comportamento ma nemmeno da far strappare le vesti per lo sdegno. Teniamo conto che l'incauto sostenitore del Celtic, non potrà mettere piede allo stadio per il resto dei suoi giorni. Decisione presa, confermata e sigillata con la cera lacca esattamente 48 ore dopo il fatto. Non mi pare proprio che un divieto per tutta la vita sia da considerare un nulla.
Rimane il fatto che Nelson Mani di Pongo abbia fatto una superba figura di merda in mondovisione, purtroppo per lui. E ciò, piaccia o no al sempre sportivo e galantuomo Ponzio, non poteva passare inosservato proprio grazie alle novemila telecamere che ci regalano tanti replay e angolazioni diverse, proprio come teorizzano da sempre lo stesso Ponzio ed il suo Capo-Padrone San Silvio da Arcore.
E' l'effetto dolce-amaro del TV Power, grazie al quale si comprano e si vendono i diritti alla sopravvivenza (di tutti), e casomai in B ci finiscono gli altri, che sul campo non vincevano mai.

Tipo la Juventus, sempre assente quando le partite diventavano decisive. Come testimoniato dal video qui sotto.

1 commento:

Yuri ha detto...

Chi è causa del suo mal pianga se stesso !