martedì 29 gennaio 2008

Per i finti tonti.


Ebbro dei vapori che l'arrivo di Stendardo e Mellberg hanno diffuso nella stanzetta della mia fantasia, ho provato a capire il perché di questa nostra metamorfosi senza fine.
In realtà il perché lo conosco benissimo, è nella foto qui sopra, ma siccome qualcuno dice che non si può sempre dire Moggi di qua, Giraudo di là, mettiamo un po' d'ordine.
L'esaurito senza memoria. Commentando il mio post dello scorso 18 gennaio, un presumibile simpatizzante della squadra di Onestopoli mi ha fatto notare come quello che io definisco "il nulla" - il dt dell'Inter Marco Branca - abbia portato a Milano Cambiasso, Maxwell e Dacourt a costo zero, più Maicon alla modica cifra di sei milioni di euro.
Sarà, ma guarda caso, finché fra le bancarelle del calciomercato si aggirava anche una Juventus seria, l'operazione più sensata che riusciva a concludere era lo scambio Carini-Cannavaro.
Mi domando come mai un certo Ibrahimovic di 23 anni (per diciannove milioni di euro) sia stato acquistato dalla Juventus, quello stesso Ibrahimovic che oggi fa la differenza a Milano e che il petroliere ecologista che scrive cazzate nei bilanci ha potuto portarsi a casa con pochi spiccioli in più, dopo lo scoppio di farsopoli.
Su Zidane ventiquattrenne a sette miliardi - rivenduto ventinovenne per 150 - forse non avrei dovuto infierire: quella è pura fantascienza per chiunque, e non soltanto per la cifra di cessione al Real, ma anche - o forse più - per quella di acquisto versata al Bordeaux.
Per la prima volta in quindici anni, la Juventus si trova oggi a disporre di un po' di quattrini cash da investire, cosa che con la passata gestione era resa possibile solo dalla preventiva cessione di elementi quasi sempre di pregio.
Li butta sciaguratamente nel cesso, per aggiudicarsi un gruppetto di sbadilatori del rettangolo verde che (ad eclusione di Iaquinta, che comunque non avrebbe giocato titolare nella Juve manco su Second Life) quando non si sono rivelati scassati e privi dello scontrino per la garanzia (Andrade), sono stati rispediti a spasso per il mondo senza nemmeno il tempo di rimbalzare due volte, come a ping-pong (Criscito, Almiron, Tiago, anche se quest'ultimo, mentre scrivo, non è ancora ufficialmente sparito).
Non paga delle puttanate messe insieme nel solo spazio di mezzo campionato, rilancia alla grande, come i giocatori incalliti che non escono dal Casino fino a che non sono rimasti con addosso i peli che mamma gli ha fatto e, forse, le mutande.
Lasciando perdere Sissoko (che l'irresistibile Mimo Cobolli ha definito Sissochi? e non è ciò che serve a questa squadra), entrano a far parte ufficialmente della storia della Juventus la riserva della Lazio Guglielmo Stendardo (prestito fino a Giugno con diritto di riscatto fissato in una decina di milioni di euro abbondanti), e il trentunenne Erik Olof Mellberg, che magari - visto il curriculum vitae pallonaro - farà cagare pure lui, ma un futuro nell'eventuale film di Vicky il Vichingo, con quel nome, non glielo toglie nessuno.
Io non vorrei dare l'impressione di essere ossessionato da Luciano Moggi, che comunque ha passato i settant'anni e come tutti noi, salvo poche eccezioni milanesi con i tacchi e la squadra più titolata al mondo, non è immortale.
Io dico solo che nel ruolo di dg e uomo mercato, era - e sarebbe ancora, con buona pace di tutti gli apprendisti stregoni liberati dal mostro ma sempre pronti alla figuraccia - il migliore di tutti, senza ombra di dubbio.

Chi mi ossessiona, casomai, sono i tragicomici cabarettisti di oggi: che fa rima con Moggi, ma non abbastanza.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

CARO TRILLO VORREI SEGNALARTI, PIU' ALL'ESAURITO DI TURNO A DIRE IL VERO, UN'ALTRO PAIO DI MAGIE MERCATALI DI BIG LUCIANO CHE L'ARMATA brancaLEONE NEMMENO SI SOGNEREBBE:
BOKSIC ACQUISTATO DALLA LAZIO A 16 MLD; RIVENDUTO L'ANNO USCCESSIVO (SEMPRE A CRAGNOTTI), PERALTRO ROTTO, A 21.
BOBO VIERI PRESO DALL'ATALANTA A 6 MLD. L'ANNO SUCCESSIVO SPEDITO A MADRID A 35...SIGNORI QUESTA è PURA MAGIA...

Lego da Onestopoli ha detto...

ebbene sì, mi hai sgamato: tifo accanitamente per la squadra Etica, come amate definirla, e vivo nella parte Onesta (e non in quella Bandanata, che Dio me ne scampi!) dell'operosa metropoli ambrosiana..

non entro nel merito dell'abilità di Moggi, non è compito nè affar mio..ma mi sento di difendere Marco Branca. Con lui, dopo anni ispirati all'Album Panini, abbiam cominciato a vedere campagne acquisti sensate, giocatori utili acquistati nei ruoli che ci servivano, e soprattutto abbiam cominciato a NON sentire moratti parlare di giocatori, fosse solo per questo non lo ringrazierei mai abbastanza.
in più, permettimi di correggerti su alcuni fatti:
Cambiasso gratis è arrivato nell'estate 2004, quando il Beato Luciano (come altrimenti definirlo, da quando scrive per papanews..)era ben saldo in sella in corso Galfer.
Crespo gratis (o meglio in prestito) dal Chelsea nel 2005, riscattato poi per un tozzo di pane.
Stankovic...beh, su Stankovic credo di non dover dir nulla, in quanto l'AVVERSARIO di Branca era il Beato...ed è finito da noi per 5milioni di Euro.
Stankovic: 5 milioni.

se questo è "il nulla", beh, son contento di averlo...

Trillo ha detto...

Capisco benissimo che approfondire le vicende pre e post calciopoli non sia il maggiore dei tuoi interessi.
La nave va (come diceva un altro celebre prodotto della città degli Onesti), e tu giustamente stai in piedi sulla prua, come Di Caprio sul Titanic cinematografico, ad annusare il profumo della salsedine.
Però, credimi, Stankovic ebbe più di un dubbio sul da farsi, prima di mettere la propria firma sul contratto dell'FC Internazionale (Inter Brand srl non esisteva ancora, in quel momento, e per quanto possa sembrare strano, non esiste già più: anche di questo non sarai preocupato più di tanto, ma fai bene, visto il tempismo "modello bradipo morto" con il quale l'irreprensibile Palazzi opera, da quando ha portato a termine il suo capolavoro nell'estate 2006).
Comunque, visto che per come ti poni ed esponi le tue argomentazioni, hai tutta l'aria di essere una persona seria, se un giorno ti avanzerà del tempo e non saprai come impiegarlo, prova a violentare le tue pur comprensibili convinzioni di tifoso non juventino, e studiati un po' a fondo i fatti che hanno caratterizzato la più grande tempesta che il mondo pallonaro abbia conosciuto.
Le informative dei carabinieri dalle quali è scaturita prima l'inchiesta e poi le sentenze sportive, il ricorso al tar che la Juve aveva preparato e che ritirò la sera prima di consegnarlo al tribunale, chi la obbligò - di fatto - a ritirarlo, tutte le storie che Guido Rossi raccontò in merito all'esigenza di assegnare lo scudetto del 2006, chi sono i vari Tavaroli, Ghioni, Bove, da chi erano (e sono ancora, praticamente) composti i cda di RCS, Telecom, Pirelli, FC Internazionale, Itedi, Fiat, IFIL, Inter Banca, ecc. ecc.
Non è un gran passatempo, lo ammetto. Però, è la ragione per la quale parlo e scrivo di calciopoli sostenendo tesi che in molti condividono, ma che nessuno ha la convenienza o il coraggio di comunicare attraverso i media.
Branca o Moggi o Braida o chicchessia, non sono il problema. Il problema è che la famigerata Cupola non esisteva perché lo dicono i fatti, e Moggi non era ciò che si vuol credere che fosse.
Se da cittadino della parte Onesta di Onestopoli, poi, non hai particolarmente nel cuore il presidente del Milan, ti invito a leggere le poche righe che un certo Enzo Biagi, appena dopo le sentenze sportive di primo grado, dedicò alla vicenda. Ne potrai trarre ulteriori spunti di riflessione oltre a quelli che ti ho dato io.

Onestamente,

Trillo

Lego ha detto...

allora..

come immaginerai dal momento che la lettura di atti giudiziali non è propriamente il mio passatempo prediletto, non ho letto nel dettaglio gli atti relativi al caso "calciopoli".
ovviamente immagino che tu l'avrai fatto, se fosse stata l'Inter ad essere retrocessa avrei fatto la stessa cosa, avrei cercato di capire fino in fondo anche a costo di annoiarmi a morte leggendo le trascrizioni degli sbobinamenti..

però, siccome non ho l'anello al naso, non guardo controcampo, e la credibilità che do alla gazza et similia è prossima allo zero, ho cercato di informarmi come potevo, acquistando ad esempio sia il libro di Moggi che quello di Emilio Cambiaghi.

ovviamente non è questo il luogo per scendere nei dettagli, in sostanza dico solo che mentre il secondo pur essendo chiaramente di parte è tuttavia serio e documentato, il primo sembra l'autodifesa del bimbo còlto con le mani nella marmellata che si difende dicendo "così fan tutti"..

io non ho nessun dubbio sul fatto che la Juve di Capello fosse di gran lunga la squadra più forte in Italia.
Non ho dubbi sul fatto che se tu mandi in campo Trezeguet ed io il gemello di Arnold (lo ricorderai, il vispo negretto della serie TV anni 80..) tu Nedved ed io Lamouchi, tu Thuram ed io Adani, è ben difficile che io possa vincere qualcosa.

ma non ho nemmeno dubbi sul fatto che i comportamenti attribuiti a moggi, qualora provati, siano a dir poco maleodoranti...questi rapporti ibridi, di mezza complicità ruffianesca...queste telefonate dico e non dico, questo far pesare sempre e con chiunque un potere (vero o presunto non importa)...beh, non mi paiono un comportamento corretto. ma proprio per nulla, sai.
anche se, ribadisco, la Juve avrebbe vinto comunque, ed io un anno e mezzo fa scrissi una mail a moratti in Saras scogiurandolo di NON esporre lo scudo regalato a tavolino sulla maglia, scudo che NON sentivo mio e come me il 90% dei tifosi dell'Inter (tant'è che nessuno lo festeggiò).

chiudo con un esempio, perchè non so se son riuscito a spiegarmi bene: se tu ed io fossimo parti in causa in un processo, e tu sapessi che io mi sono attivato per agevolare la consegna di una Maserati al giudice...dormiresti tranquillo in attesa della sentenza...?

InUnMondoCheNonCiVuolePiu' ha detto...

Cambiasso non fu comprato gratis, ma fu una contropartita nell'affare Ronaldo.
Ronaldo che a Madrid qualche goal lo fece...
Stankovic meglio non parlarne...sopratutto meglio non parlare di quello che fece Mancini che ancora stava alla Lazio...

Trillo ha detto...

Apprezzo il modo che hai di esporre le tue idee, ma rischiamo di aprire una posta del cuore infinita.
Non sono d'accordo, anche perché se io posseggo il registratore e le cassette dalle quali sono uscite le frasi maleodoranti, è ovvio che alla fine della storia risulterò profumato. Non esiste al mondo che davanti a tante testimonianze (Bergamo, De Santis, Nucini, ma non solo) si dica "Facchetti è morto, quindi sono bugiardi".
Se non devo essere scemo e quindi non credere alla Gazzetta, voglio non esserlo fino in fondo e approfondire le questioni anche quando sono contro la mia convenienza.
Se di millanterie (Moggi) si deve finire in galera (perché a questo puntava l'inchiesta di Napoli quando stava volgendo al termine), siamo messi maluccio.
E' un fatto che l'Inter si iscriva ai campionati da qualche anno senza essere in regola con la COVISOC, ma di questo nessuno sembra essere preoccupato.
La Juve non ha mai usufruito del decreto spalmadebiti, nelle tonnellate di carta dell'inchiesta non esiste un solo illecito provato, un solo passaggio di denaro. Esiste una montagna di comportamenti discutibilissimi sul piano etico, ma qui il discorso diventa infinito, pertanto mi fermo. E' comunque in merito a quei problemi etici che sentirai dire la solita frase "così facevan tutti". E ricorda che le intercettazioni telefoniche di oggi non le possiamo ascoltare né leggere,ahimè, quindi la partita non è giocata ad armi pari tra me che sostengo le mie ragioni e chi la sa sempre lunga in fatto di correttezza e pulizia morale.
Che a fronte di questo scenario, la mia squadra non esista più e l'Inter si autoproclami sinonimo di Onestà (vinciamo senza rubare) può passare inosservato fino a diventare dogma solo in un paese disfatto come quello in cui viviamo.
Calciopoli è l'esatta fotografia di come si operi in questo paese da qualche anno a questa parte, e il bello è che i protagonisti sono sempre gli stessi. Più in casa nostra che vostra, se la cosa ti può consolare.

Lego ha detto...

no, è inesatto, la contropartita per l'affare ronaldo fu Solari, che venne a saldo dei 10 milioni di Euro che il Real ancora ci doveva dal 2002.

cambiasso arrivò a scadenza di contratto a parametro zero...

Scirea ha detto...

vorrei far concorrere quest'uomo per il titolo di "Man of the year 2008"
sul sito del Liverpool, salutando Sissoko/Sissoki, costui ha scritto queste memorabili parole:

"Best of Luck mate, we'll be following you in Serie A. Give Ibrahimabitch a good kicking from me!"

Il mio nuovo idolo.

inunmondoche ha detto...

Uhm...di sicuro non si puo' capire guardando i vostri bilanci dove tra ipervalutazioni e sottovalutazioni ci sono anche giocatori che non trovi mai...ma la prendo per buona. Nonostante tutto, parafrasando la vostra curva, con Cambiasso non si vinceva un casso.
Di Stankovic e dell'onesta' di Mancini vedo che hai la stessa voglia di discuterne di Palazzi. Zero assoluto.

Lego ha detto...

guarda su Stankovic quello che ricordo è una multa comminata a Moggi, se non mi sbaglio...ma forse ricordo male...

su ipervalutazioni di giovincelli di belle speranze con me sfondi una porta non aperta ma spalancata.

peccato che non vi sia modo di provare che un Brunelli o un Cingolani qualsiasi non valgano effettivamente 5 milioni di euro ciascuno: a meno di non rendere obbligatorie una sorta di tabelle con dei parametri di valutazione.
ma fino a che queste tabelle non esistono, non puoi impedire a chicchessia di valutare un 17enne tanti milioni.
il milan ha valutato Pato 22 milioni: e se fallisse?? quale minusvalenza dovrebbe iscrivere a bilancio??

è un discorso complesso, a mio parere, e credimi NON lo dico pro domo mea, ma proprio perchè non lo vedo allo stato attuale facilmente risolvibile...

Scirea ha detto...

bè non è male anche l'improvviso aumento di valore di Corradi e Crespo.

inunmondoche ha detto...

Per Stankovic, Moggi fu inibito, tanto per dire che la giustizia sportiva al tempo non si faceva i cazzi propri con la Juve.
Se Moggi avesse voluto, pero', avrebbe potuto far squalificare Stankovic per mesi...cosa che non ha fatto.
Un signore? Credo avesse paura...
Resta il fatto che fu lo stesso Moratti a dire che fu Mancini a spingere il giocatore verso l'Inter, Mancini che allora era allenatore della Lazio, e proponeva ai giocatori piani per abbassarsi lo stipendio, mentre il suo veniva alzato dall'amministratore fiduciario...e non pago si portava anche via i giocatori presso destinazioni gradite...la sua.
Questa la storiella di come fu preso Stankovic...che comunque a parer mio rimane inferiore sia a Camoranesi che al Pavel dei bei tempi...
Sulle plusvalenza dici porta splancata bene, penso la pensi allo stesso modo su cessioni del marchio, conferimenti, spalmadebiti...e tutto questo genere di cose che certo non rientrano nel novero dell'amministratore da ambrogino d'oro...se sono irregolari lo dira' il processo. Il Pm Nocerino dice di si'...dice che non vi potevate iscrivere al campionato senza.
Indi illecito amministrativo punibile con revoca dei titoli e retrocessione.
Lo hai mai sentito dire? No...
Siamo noi i pirla?

Lego ha detto...

se dal processo verranno evidenziati comportamenti ed atti illeciti da parte dell'Inter, sarà giusto che l'Inter venga punita a norma di regolamento.
io non ho la competenza sufficiente per capire se le cessioni di marchio e l'attuazione dello spalmadebiti siano atti leciti oppure no: pare che un PM ritenga che non lo siano.
a questo punto è interesse di tutti, e credimi anche MIO, che il processo si tenga e la verità venga appurata.
idem dicasi per il processo di Napoli, ovviamente.

sai com'è, io sono uno di quegli italiani che ama ancora avere fiducia nella magistratura...

inunmondoche ha detto...

Lego, ci mancherebbe.
Per me la fiducia nella magistratura nel suo complesso e' un esercizio giustizialista ma ti comprendo e rispetto la tua equanimita'.

cocy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cocy ha detto...

Ciao trillo sono il Corra volevo solo farti notare che ti sei accidentalmente dimenticato di Boumsong, forse perchè non ha lasciato il segno come Ferrara o Thouram, sto cadavere l'abbiamo pagato 10milioni di euro e lo abbiamo ceduto a 3,5 milioni a proposito di plus valenze......................Ciao

Trillo ha detto...

Minchia il Cocy!